Infordata Sistemi Srl

Stampa e Personalizzazione Card

Stampa e Personalizzazione Card

La Perfezione nella stampa delle tessere:
Innovazione, qualità, tempismo, prezzi


La Perfezione nella stampa delle carte plastiche significa un continuo puntamento sulla massima qualità, sull’innovazione delle metodologie di stampa, sul rigoroso rispetto dei tempi di consegna e su prezzi adeguati al risultato, ma comunque vantaggiosi per i nostri clienti. Per Infordata Sistemi ciò rappresenta un importante impegno che coinvolge profondamente il suo personale da oltre quindici anni. In questo periodo ci siamo sforzati a costruirci una reputazione di lealtà e correttezza nei confronti dei nostri clienti, soddisfando sempre le loro esigenze e aspettative. E milioni di carte da noi stampate lo dimostrano chiaramente.

Nel caso Vi servissero delle carte plastiche:
- con o senza la banda magnetica,
- con chip a contatto, 
- con chip di prossimità, 
- bianche neutre o stampate, 

vi invitiamo a richiederci una quotazione. Saremo lieti di sottoporvela.

Se vorreste chiarirvi qualche dubbio sulle carte plastiche in genere, vi invitiamo a consultare le informazioni che seguono.


Carta plastica.

Il materiale: la carta plastica può essere realizzata in diversi materiali: PVC, POLIPROPILENE (resistente al calore), PETg e PET (compatibili per il contatto con gli alimenti Direttiva 2002/72/CE), POLIESTERE, POLISTIROLO.

Il materiale più usato è il PVC. La carta può essere laminata o non. Quelle più usate sono laminate in quanto adatte ad essere personalizzate con le comuni stampanti termografiche.

Le carte ISO Standard sono laminate.

La caratteristica principale delle carte ISO Standard sono le dimensioni: larghezza 85,59 mm, altezza 54,98 mm e spessore 0,76 mm.

Gli altri spessori sono tra 0,30 mm e 0,82 mm (carte con chip).


Stampa delle carte plastiche.

Le carte plastiche possono essere stampate con varie tecnologie tra cui le più conosciute sono:
1.Con metodo tipografico, adatto per volumi superiori a qualche migliaio di pezzi e per carte soggette a maggiore usura.
2.Con metodo termografico diretto, adatto per piccole serie fino a qualche migliaio di carte e per carte personalizzate con dati variabili.
3.Con metodo termografico indiretto, adatto per piccole serie fino a qualche migliaio di carte, per carte personalizzate con dati variabili ed in particolare per carte con superficie non perfettamente piana (carte con chip, di prossimità).


1. Stampa tipografica

La stampa tipografica è la più complessa e quella che da il massimo risultato. Poiché la sua preparazione ed esecuzione è impegnativa, risulta economicamente vantaggiosa per quantità consistenti (oltre 2-3.000 pz) di carte e per tutti quei casi in cui è impossibile utilizzare altri metodi. Ecco alcuni elementi che bisogna tenere conto nel caso si scelga questo tipo di stampa.

La stampa può essere “a sbordare” o “non a sbordare”. Il primo caso si riferisce a carte in cui il colore arriva fino al bordo, il secondo invece prevede una cornice bianca (non stampata) lungo i bordi della carta. La scelta dell’uno o dell’altro influisce sul prezzo.
Esistono due tipologie del colore: LITOGRAFICO e SERIGRAFICO

Nel primo si distinguono i colori PANTONE e quelli in QUADRICROMIA

- I colori PANTONE sono dei colori “pieni” (il colore del fondo non li altera) e sono esattamente individuati con un codice. 
- Il colore in QUADRICROMIA è formato dalla combinazione di 4 colori fondamentali (magenta, ciano, giallo e nero). La combinazione esaminata sotto la lente di ingrandimento, fa vedere tanti puntini dei 4 colori fondamentali disposti e distribuiti in modo tale da dare all’occhio nudo la tonalità richiesta. Sul risultato di questi colori influisce parecchio il colore del fondo su cui sono stampati mentre il PANTONE ne risente molto di meno. Questi colori, essendo essicati con lampade U.V., non sono molto brillanti. 
- Quando si vogliono ottenere dei colori brillanti, pieni, oro e argento, colori metallizzati, colori glitter, fluorescenti o fosforescenti bisogna ripiegare sul metodo SERIGRAFICO. Questo metodo è molto diverso dalla stampa litografica in quanto ogni colore deve essere asciugato singolarmente, per cui il procedimento è più lungo e quindi anche più costoso. Un fattore molto importante in serigrafia è il registro”, cioè un’esatta corrispondenza di accostamento o sovrapposizione di più colori sulla stessa carta plastica. Ora quando abbiamo un colore serigrafico di fondo ed uno litografico sovrastampato, il problema non sussiste se il colore litografico è molto più scuro rispetto al colore di fondo. Se più chiaro non è possibile sovrastamparlo in quanto potrebbe “trasparire” il fondo alterando la tonalità del colore litografico. In questo caso, se possibile, si “passano” sulla parte da litografare due mani di PANTONE bianco per creare un fondo adatto a ricevere la litografia.
- Il PANNELLO FIRMA può essere del tipo roll-on o serigrafico. Il primo è formato da un nastro che viene applicato a caldo e a pressione sulla carta e poi tranciato. Viene utilizzato quando sono richiesti pannelli bianchi di dimensioni standard senza la necessità di essere sovrastampati. Il pannello firma serigrafato può essere standard, fuori standard (come misure), trasparente o bianco. Una particolarità importante è che può essere sovrastampato in litografia aumentando così la sicurezza (tentativi di cancellare la firma lasciano una traccia).
- La BANDA MAGNETICA può essere del tipo roll-on (applicata a caldo e a pressione) o flush-on (annegata sulla foglietta di laminazione). La prima è disponibile solo per l’intensità LoCo (300 Oe), la seconda invece per intensità LoCo (300 Oe), MeCo (2.750 Oe), HiCo (4.000 Oe). E’ di larghezza unica 12,5mm ed ha tre tracce di scrittura.

Per altre particolarità o maggiori informazioni per la stampa delle carte vi invitiamo a rivolgervi ai nostri commerciali.


2. Stampa termografica diretta

Viene eseguita utilizzando le comuni stampanti per le carte plastiche. E’ adatta per tirature limitate di carte ed in particolare se bisogna personalizzarle. Questo metodo si sconsiglia per la stampa di carte con superficie non perfettamente piana (carte con chip o di prossimità). La stampa monocromatica viene effettuata depositando direttamente sulla superficie dalla carta un solo colore mentre quella a colori rilascia una “mescola” di 4 colori fondamentali (magenta, ciano, giallo e nero) ricoprendo poi il tutto con una sottile patina di vernice trasparente. La stampa termografica consente di personalizzare le tessere con la stampa di dati variabili (cognome, nome, foto, un numero identificativo, codice a barre, ecc.), codificare la banda magnetica o il chip, ecc.


3. Stampa termografica indiretta.

Viene eseguita utilizzando le stampanti per carte plastiche a ritrasferimento. La differenza con la stampa diretta sta nel solo fatto che con questo metodo invece di stampare direttamente sulla tessera, si stampa su un film trasparente e poi si fissa il film con l’immagine sulla carta. In questo modo la testina di stampa opera sempre nelle stesse condizioni (superficie del film perfettamente liscia e piana), per cui riesce a stampare ad elevata qualità e ripeterlo innumerevoli volte. Altro elemento non trascurabile sta nel fatto che l’immagine stampata essendo protetta da film trasparente, è più brillante maggiormente resistente all’usura. Proprio per le caratteristiche evidenziate questo tipo di stampa è particolarmente adatto per carte con superficie non perfettamente piana e liscia (carte con chip o di prossimità). E’ vantaggiosa per tirature limitate di carte e per esigenze di personalizzazione. Quest’ultima può essere fatta con la stampa di dati variabili (cognome, nome, numero identificativo, codice a barre, ecc.), con la codifica della banda magnetica o del chip, ecc.

1 Prodotto(i)

per pagina

Imposta Ordine Discendente

1 Prodotto(i)

per pagina

Imposta Ordine Discendente